<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1737715909685065&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Italiano

Ciclocross: dove praticarlo, i percorsi e i bike park

L'inverno si avvicina e molti ciclisti iniziano a cimentarsi nel ciclocross, disciplina prettamente invernale che aiuta molto la preparazione degli atleti in vista dell'inizio di una nuova stagione.

 

Più breve, ma molto intenso

Il ciclocross è una disciplina che, a differenza di ciò che si potrebbe pensare, ha radici molto lontane nel tempo, proprio come il ciclismo su strada. Già a inizio '900 infatti i ciclisti, durante l'autunno e l'inverno, avevano l'abitudine di pedalare nei prati con le loro biciclette, per mettere alla prova i muscoli e allenarli alle lunghe salite che avrebbero fatto nei mesi successivi.

Oggi il ciclocross è molto praticato a livello nazionale e internazionale, con molte gare e diversi ciclisti professionisti che durante l'inverno si cimentano con questa disciplina. Le biciclette sono molto simili a quelle da strada, ma con differenze sostanziali: i copertoni sono più grandi, i freni devono permettere una buona evacuazione dell’eventuale fango e il telaio è più robusto. È uno sport molto duro, si pedala su terreni spesso fangosi e dunque pesanti e le gare durano molto meno rispetto a quelle di ciclismo, ma la sforzo compiuto dagli atleti è continuo.

Il ciclocross ovviamente è per tutti, anche per gli amatori di ogni livello che durante la stagione fredda vogliono tenere allenate le gambe e pedalare a stretto contatto con erba, terra e fango.

Dove allenarsi nel ciclocross? In bike park per ciclocross e percorsi permanenti. Andiamo a scoprire alcuni fra i posti più belli in Italia per praticare questa disciplina.

 

Bike Off Road, si pedala anche di notte

A Castelfranco Veneto, in provincia di Treviso, sorge il bike park Bike Off Road. È un tracciato permanente nato nel 1999 e lo si può considerare una vera e propria palestra per i ciclisti. Molto frequentato anche dagli amanti della MTB, Bike Off Road è stato pensato e realizzato in osservanza dei regolamenti tecnici del ciclocross e si trova lontano dal traffico e dallo smog, immerso nella natura, in un contesto perfetto per allenarsi su un percorso accessibile a tutti, ma impegnativo al punto giusto.

Trattandosi di una ex cava bonificata, l'area in cui sorge il percorso è particolarmente adatta alla disciplina, in quanto presenta importanti dislivelli che raggiungono i 20 metri. Il terreno ha caratteristiche geologiche che permettono la pratica dell’attività sportiva in tutte le stagioni, anche in condizioni meteo estreme. Il tracciato è circondato da alberi e piante ad alto fusto e confina con uno splendido laghetto naturale: un luogo davvero ideale in cui allenarsi lontani dai rumori della città.

I vari tracciati dell'impianto, tutti in fuoristrada e con diversi livelli di difficoltà, si snodano tra la vegetazione circostante e si arrampicano sulle sponde ripide, creando così interessanti discese. Grazie a un impianto di illuminazione, è possibile pedalare anche in notturna.

Bike Off Road è adatto a tutti quelli che desiderano iniziare a prendere confidenza con il ciclocross, ma anche a chi già lo pratica e vuole presentarsi in perfetta forma all'inizio della nuova stagione su strada.

 

Le Cave di Moncalieri

Siamo in Piemonte, vicino a Torino, presso il comune di Moncalieri. Un percorso di ciclocross permanente, gratuito e sempre aperto, dove molti appassionati di ciclismo e anche di MTB si danno appuntamento a partire da metà ottobre per cimentarsi in allenamenti duri, ma anche per divertirsi. A detta di chi lo frequenta, il tracciato delle Cave di Moncalieri è sempre pulito e segnalato, due dettagli molto importanti per chi pedala.

A testimonianza della bontà del percorso, diverse gare di campionati provinciali e regionali di ciclocross vengono organizzate proprio su questo tracciato. Un circuito senza dubbio impegnativo, che mette a seria prova le gambe di chi lo percorre.

Anche in questo caso l'impianto è situato in una ex cava e dunque il percorso presenta dislivelli impegnativi, proprio quello che cercano i ciclisti che vogliono allenarsi in modo completo ed efficace. Il tracciato, inoltre, è completamente immerso nel verde.

 

ciclocross-dove-praticarlo-i-percorsi-e-i-bike-park2-ursus

 

Immersi nella Ciociaria

Lo scenario naturale lascia a bocca aperta: un immenso parco verde, con sullo sfondo le colline della Ciociaria. A Ferentino, in provincia di Frosinone, sorge il Parco delle Molazzete, che ospita un bellissimo percorso permanente di ciclocross. Il parco si trova alla periferia della città di Ferentino, immerso nella campagna, ed è stato realizzato con alberi donati da Legambiente e che una famiglia di volontari ancora oggi cura con amore. Vi sono oltre 300 specie di alberi e il terreno si presenta ideale per gare ed eventi sportivi, come il ciclocross o la corsa campestre.

Un tracciato decisamente suggestivo, interessante e impegnativo, tanto che è anche sede di una tappa del Giro d'Italia di ciclocross. Il percorso si presenta con caratteristiche pure da ciclocross, con lunghi tratti sui quali è possibile spingere a tutta e raggiungere anche un buona velocità, con rettilinei fino a 300 metri, e altri passaggi in cui il terreno è più pesante e dove le gambe dei ciclisti vengono messe a dura prova. A dare ancora più brio al tracciato è presente un tratto all'interno del bosco, con la salita impegnativa e single track, un ottimo mix di fatica e divertimento.

 

Consigli utili

Per chi è ideale il ciclocross? È perfetto per voi ciclisti amatori, che nei mesi più freddi mettete un po' da parte la bici da strada, e per voi che siete agonisti, che volete farvi trovare all'inizio della nuova stagione già in forma. Come affrontare gli allenamenti di ciclocross? È molto importante sapere che ci sono differenze sostanziali fra il ciclismo su strada e il ciclocross. Quest’ultimo si pratica su terreni molto pesanti, che richiedono uno sforzo fisico non indifferente, obbligando l'atleta a pedalare quasi sempre sopra la soglia anaerobica. La durata dell'uscita dura molto meno rispetto a quella su strada, ma può essere anche più stancante, specie se non si è abituati a pedalare off road. E anche la bicicletta da ciclocross presenta delle differenze importanti rispetto alla bici da strada: è più leggera, ma molto resistente e reattiva, oltre ad avere copertoni più larghi.

Ecco come un ciclista di alto livello si prepara a gare internazionali di ciclocross.

 

Conclusione

Quelli presentati sono solo alcuni dei moltissimi luoghi in Italia in cui è possibile praticare ciclocross. Una disciplina ormai molto conosciuta, nata nel nord Europa, ma da anni molto praticata anche da noi. Bike park, percorsi permanenti e tracciati in mezzo alla natura, offrono la possibilità di allenarsi lontano dalle città e in qualunque condizioni meteo. Il ciclocross è il miglior allenamento invernale per i ciclisti e per chi sta iniziando, è un’ottima opportunità per avvicinarsi al mondo della bici.

 

LE TUE RUOTE SONO AL TOP DELLA PERFORMANCE?  Scarica la "guida al check up delle tue ruote"  Con questa guida potrai   * conoscere in dettaglio i componenti di una ruota per bici da corsa;   * conoscere quali parti della ruota vanno controllate e come farlo;   * imparare a riconoscere i segnali di una ruota da sostituire. SCARICA ORA

 

ursus-logo

Ultimi articoli

Ciclocross, Ursus domina al Giro d’Italia con il team Selle Italia Guerciotti Elite

A due tappe dalla conclusione della Corsa Rosa di categoria, il team milanese si conferma mattatore sui circuiti nazionali ...

Leggi l'articolo

Giro delle Fiandre, Ursus pronta all’esame dei muri belgi

Cancellata la Parigi - Roubaix, l’attenzione degli appassionati di ciclismo si sposta sulla Ronde van Vla...

Leggi l'articolo

Ultimi post