<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1737715909685065&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Italiano

Come pulire la tua gravel bike

Grazie alla gravel bike è possibile percorrere strade che sono proibite alla bici da corsa e che un tempo erano accessibili sono alle MTB: una bella rivoluzione! La bici gravel, però, è molto simile alla bici da strada per telaio e componentistica e quindi, è senza dubbio più delicata di una mountain bike. Ecco perché mantenerla pulita è di fondamentale importanza.

 

La pulizia allunga la vita del mezzo

Come avevamo visto già per la pulizia della bici da corsa, il lavaggio del mezzo è uno dei momenti più importanti della manutenzione della bici. Quando si parla di manutenzione, si è spesso abituati a pensare solamente al lavoro meccanico, per aggiustare ciò che non va, o prevenire i problemi intervenendo sulle componenti tecniche. E infatti, tenere pulita la bici significa proprio questo: curare le parti della bicicletta per prevenire i problemi di usura, malfunzionamento e rottura. Applicare una manutenzione corretta, allunga sicuramente la durata di ogni singolo ingranaggio e di conseguenza della bici stessa. Il lavaggio, dunque, fa parte della manutenzione tanto quanto gli interventi di un meccanico, ma è un’operazione che tocca fare a voi… quindi, rimboccatevi le maniche e abbiate cura della vostra gravel bike.

Vediamo quali sono i passaggi più importanti da seguire per tenere perfettamente pulita la bici gravel.

 

Cosa non fare

Come sempre iniziamo con l’eliminare i dubbi, elencando ciò che assolutamente non va fatto per tenere pulita la gravel bike. Abbiamo individuato 5 errori che in molti commettono, sui quali è necessario prestare molta attenzione. Eccoli:

  1. Lavare la bici troppo spesso. Per pulire la bici sicuramente si usa molta acqua, che però può entrare facilmente all'interno di mozzi e telaio rischiando di danneggiare sfere e cuscinetti, oltre a ossidare i cavi del cambio, compromettendone la scorrevolezza. Ricordate che la gravel bike va lavata a fondo solo quando vi è un reale bisogno, cioè quando è molto sporca e presenta residui di fango e terra. Invece, è buona norma dopo ogni uscita, togliere polvere e sporco superficiale con un panno, per poi sgrassare e lubrificare. La pulizia approfondita, troppo frequente, non è mai consigliata.
  2. Lavare la bici troppo poco. Anche la situazione contraria, però, è un errore. Bisogna trovare la giusta misura. È molto rischioso, infatti, dopo un’uscita con la vostra bici gravel, se questa ha fango, terra e polvere attaccati a telaio e ruote, posarla in garage senza rimuovere tutto quello sporco. Così facendo, ogni parte della bici può essere seriamente danneggiata, anche in modo irreversibile e in questo caso, anche le sapienti mani di un meccanico potrebbero non bastare e sareste costretti a cambiare alcuni pezzi.
  3. Usare l’acqua ad alta pressione. È uno degli errori più comuni quello di usare l'idropulitrice per lavare la bici con un getto d’acqua ad alta pressione. Il getto potente spinge con più facilità l’acqua all'interno delle componenti della bici poiché riesce a superare la barriera protettiva dei parapolvere e delle tenute in gomma. Inoltre, insieme all'acqua possono penetrare anche polvere e altra sporcizia, danneggiando ancora di più il mezzo.
  4. Usare detergenti non specifici. È sempre consigliabile usare prodotti specifici per lavare la vostra gravel bike. Detergenti e sgrassanti generici, infatti, sono troppo aggressivi e rischiano di compromettere non solo la vernice, ma anche le componenti più delicate della bici. Dunque, è buona norma usare sempre prodotti specifici.
  5. Non asciugare. La stessa attenzione che mettete nel lavare la bici, la dovete impiegare anche nella fase di asciugatura. Un errore sicuramente grave è quello di non asciugare per niente il mezzo: la bici non deve restare bagnata proprio per i rischi descritti sopra che può portare l’acqua. L’asciugatura deve essere fatta in modo meticoloso utilizzando un panno in microfibra.

 

Come pulire la gravel bike

Vediamo ora quali sono i passaggi principali da seguire per tenere perfettamente pulita la gravel bike. Quando tornate dalla vostra uscita, la prima cosa che dovete fare è valutare lo stato della bici: se molto sporca, dovrete procedere con una pulizia approfondita; se invece è solamente impolverata, togliete la polvere e piccoli residui di sporco.

Nel caso di lavaggio intenso, ecco come procedere:

  • Potete usare un idropulitore, ma spruzzando l’acqua a bassa pressione e stando almeno a un metro di distanza dal mezzo. Fate questa operazione mettendo la bici, se possibile, poggiata su un cavalletto. Questo passaggio è fondamentale per togliere tutto lo sporco.
  • Dopo averla lavata, con un prodotto specifico per bici, o con un sapone delicato e con una spugna, pulite a fondo la bici, passando con cura ogni sua parte.
  • Un’attenzione particolare va data alla catena, che va sgrassata e un prodotto apposito.
  • A questo punto risciacquate, sempre tenendo ben presenti le regole dell’utilizzo dell’acqua per lavare la bici.
  • Una volta lavata, armatevi di pazienza e straccio: asciugate tutto accuratamente, per sfavorire processi di ossidazione sulla catena e sulle parti in acciaio.
  • Ora l’ultimo passaggio: lubrificate la catena… e la bici è già pronta per la prossima uscita!Usate un prodotto apposito, un lubrificante professionale da bici. Questa operazione è molto importante per la scorrevolezza della catena, del deragliatore e del cambio. Lubrificate i movimenti del deragliatore e del cambio. Mentre fate girare la catena, con la ruota posteriore sollevata, lubrificatela e poi passatele sopra un panno, così da togliere il lubrificante in eccesso. A questo punto fate muovere cambio e deragliatore in tutte le posizioni per distribuire uniformemente il prodotto. Questa operazione eviterà che vi sporchiate alla prima pedalata

 

Conclusione

La gravel bike, per essere sempre pronta a darvi il massimo, deve essere curata. La pulizia è un dettaglio importantissimo per la cura della vostra bici e trascurarne l’importanza può compromettere il corretto funzionamento di ogni componente e l’efficacia delle vostre pedalate.

VUOI PROLUNGARE LA VITA  DELLE TUE RUOTE?  Impara come con la "guida al check up  delle tue ruote"  Con questa guida potrai   * conoscere in dettaglio i componenti di una ruota per bici da corsa;   * conoscere quali parti della ruota vanno controllate e come farlo;   * imparare a riconoscere i segnali di una ruota da sostituire. SCARICA ORA

ursus-logo

Ultimi articoli

Ursus e Team Total Direct Energie, ruote speciali per celebrare il rinascimento del ciclismo

Sono colorate, molto particolari e nascondono un messaggio di fratellanza: le nuove ruote Ursus sottolineeranno...

Leggi l'articolo

Giro d’Italia 2020: pedala come un pro sulle strade dello stivale, con la guida tappe di Ursus

La carovana del Giro d’Italia avrebbe dovuto sbarcare lo scorso 12 Maggio, dopo le tre tappe ungheresi di apertura. Sarebbe poi ripartita d...

Leggi l'articolo

Ultimi post