<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1737715909685065&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Italiano

Ruote a prova di Classiche del Nord: Ursus Miura TR37 e TR67 Disc

Quali caratteristiche deve avere una coppia di ruote per performare al massimo sui pavé più famosi del mondo? Scoprilo con noi leggendo questo articolo.

Eravamo curiosi di mettere alla prova i nostri cerchi con canale interno da 28 mm nelle condizioni più estreme, così in pre-season abbiamo pensato di fare qualche centinaio di km sul pavé più famoso del mondo assieme ad alcuni ciclisti professionisti. I risultati dei test ci hanno mostrato chiaramente che Miura TR series (nella sua versione per freno a disco) è la linea di prodotti più performante in questo tipo di percorsi.

 

Per quali motivi i prof hanno incoronato Miura TR37 disc e Miura TR67 disc come soluzioni più performanti per le Classiche del Nord?

Grazie alle simulazioni effettuate su strada abbiamo potuto verificare come la scelta di un cerchio con canale da 28 mm possa garantire (in determinate situazioni) una serie di vantaggi tecnici rispetto al classico canale da 24 mm. Infatti con questa soluzione si possono montare tubolari da 28” o da 30”, un bell’aiuto per i ciclisti soprattutto su percorsi molto sporchi o bagnati, nonché per lunghissime distanze. Vediamo assieme perché:

  • Più sicurezza in sella. In corse molto particolari come la Parigi - Roubaix, Fiandre o le Strade Bianche si trovano facilmente fondi dissestati e ricoperti di fango. Scegliendo di gommare la propria bici con tubolari oversize, i corridori intendono aumentare la superficie di battistrada a contatto con l’asfalto. Durante nostri test nelle Fiandre i riders hanno sperimentato una stabilità migliorata con le ruote della serie Miura TR. Oltre a questo va ricordato come per bici con freno a disco sia in ogni caso consigliabile optare per un profilo ruota più largo: la potente frenata tipica del disco viene infatti bilanciata a terra da pneumatici con superficie più ampia. Possiamo quindi affermare con certezza che questi cerchi contribuiscono a migliorare la sicurezza in sella.
  • Più comfort in gare a lunga percorrenza. L’utilizzo di tubolari larghi su ruote con canale da 28 mm consente di gonfiarli ad una pressione più bassa di quella solitamente utilizzata su percorsi asfaltati e asciutti. Questa è una soluzione tecnica derivata dal ciclocross, specialità nella quale i corridori gareggiano su percorsi dissestati con bici estremamente rigide e non ammortizzate, simili a quelle da corsa. Con un gonfiaggio meno estremo le coperture riescono ad assorbire le asperità di terreni difficili e al tempo stesso migliorano il comfort dei ciclisti permettendogli di percorrere (al meglio delle loro possibilità) gli oltre 250 km della Parigi - Roubaix.
  • Più stabilità in curva. Rispetto a un cerchio con canale da 24 mm, le ruote Miura TR37 disc e TR67 disc con pneumatico da 28” o da 30” regalano un grip veramente importante per il maggior battistrada che appoggia sul terreno.

 

Parigi - Roubaix: meglio affrontarla con Miura TR37 Disc o con Miura TR67 Disc?

Come abbiamo visto il profilo largo 28 mm è la caratteristica principale ricercata dai professionisti per affrontare le Classiche del Nord. Ecco perché nei nostri test abbiamo chiesto ai corridori di fare diverse prove di assetto aerodinamico, dalle quali è emerso che per questo tipo di gare viene preferita un’altezza profilo di 37 mm alla più estrema da 67 mm. Il percorso infatti si presenta molto duro, per questo un peso ridotto è stato giudicato prioritario rispetto ad un pacchetto aerodinamico più spinto. Via libera quindi a Miura TR37 Disc, risultata la ruota più scelta alla fine del test.

 

Che ne pensano i prof del tubeless?

Ai prof abbiamo chiesto di valutare in alternativa anche la soluzione con canale interno da 28 mm gommato tubeless. Il prodotto Ursus di riferimento è Miura TC37 Disc, che su strada ha riscosso un certo successo. Certo, il peso del tubeless è leggermente superiore a quello del tubolare, tuttavia alcuni ciclisti hanno selezionato questa coppia ruote come preferita per la loro Roubaix. Il tubeless infatti aumenta l’affidabilità della bici sul lungo percorso oltre ad offrire un comfort ulteriormente migliorato. In definitiva la scelta tra tubolare e tubeless è risultata essere molto personale. Vuoi approfondire questo argomento? Potrebbe interessarti l’articolo Ruote per bici da corsa: tubolari vs copertoncino / tubeless”.

 

In conclusione

Ruote a prova di Classiche del Nord: Ursus Miura TR37 e TR67 disc. Dai test eseguiti al fianco dei professionisti abbiamo potuto capire come diversi modelli di ruote si comportano in particolari condizioni come quelle che si trovano tipicamente nelle Fiandre. Se alcuni corridori hanno scelto di montare ruote con canale interno da 28 mm per tubeless al fine di ridurre il rischio di forature, altri hanno optato per Miura TR37 Disc. Questa soluzione Ursus con canale interno da 28 mm per tubolare si è dimostrata sicuramente la più performante, ideale quindi per chi punta alla vittoria finale.

Scopri le ruote di cui abbiamo parlato e tutte le altre ruote che abbiamo in gamma: vai allo SHOP ONLINE URSUS!

 

VAI AL NOSTRO SHOP ONLINE!

ursus-logo

Ultimi articoli

Ciclocross, Ursus domina al Giro d’Italia con il team Selle Italia Guerciotti Elite

A due tappe dalla conclusione della Corsa Rosa di categoria, il team milanese si conferma mattatore sui circuiti nazionali ...

Leggi l'articolo

Giro delle Fiandre, Ursus pronta all’esame dei muri belgi

Cancellata la Parigi - Roubaix, l’attenzione degli appassionati di ciclismo si sposta sulla Ronde van Vla...

Leggi l'articolo

Ultimi post