<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1737715909685065&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Italiano

Ruote per bici da corsa: freni a disco vs freni a pattino

La tecnologia delle ruote da ciclismo è in continua evoluzione e le nuove soluzioni tecniche proposte dalle case produttrici a volte non mettono completamente d’accordo il pubblico. È il caso della diatriba in corso nel mondo strada tra i sostenitori delle ruote per freno a disco e i puristi del freno a pattino. Facciamo un po’ di chiarezza.


Com’è composto il sistema frenante della tua bici da corsa?

Il sistema frenante è ovviamente una parte fondamentale della bicicletta, perchè è quella che più di ogni altra garantisce la tua sicurezza. Oggi le tipologie di freni per bici da corsa sono principalmente due: i classici freni a pattino cantilever (o la loro evoluzione V-Brakes) e i più moderni freni a disco.


Qual è la differenza tra questi due sistemi?

  • Freno Cantilever o V-Brakes Il freno cantilever o V-Brakes frena “a pinza” con i pattini freno sulla pista frenante del cerchio, che può essere in carbonio o in alluminio. In genere la frenata su pista in carbonio è considerata più delicata soprattutto sul bagnato, in quanto lo strato d’acqua che si accumula sul carbonio potrebbe rendere la sua superficie scivolosa. Per ovviare a questo problema, e per evitare che la pista frenante venga compromessa da uno sfregamento difettoso, Ursus consiglia di usare sulle tue ruote esclusivamente il modello di pattini freno dichiarati sul manuale d’istruzioni.Vuoi vedere quali delle nostre ruote sono adatte per freni classici? Clicca qui.

  • Freno a disco L’alternativa al freno cantilever è il freno a disco: con questo sistema di derivazione automobilistica, la frenata avviene direttamente sul mozzo, a cui viene applicato il disco. Per questo motivo esistono mozzi dedicati alle bici con freno a disco. In questo caso la pista frenante non viene sollecitata e la frenata viene attuata immediatamente anche se il cerchio è sporco o bagnato.

 

disc-brakes-ursus-bike

 

Il freno a disco può essere a sua volta comandato a cavo o in modo idraulico. I freni a disco sono un po’ più complessi da gestire rispetto ai pattini per via della loro potenza di frenata notevole, ma se usati nel modo corretto rappresentano un’innovazione che può portare sicuramente più sicurezza sulle strade.Scopri tutte le ruote Ursus per freno a disco cliccando qui.


ursus-ts-47

TS47 EVO

SCOPRILA NELLO SHOP
TS47-EVO-DISC-URSUS-CARBON-WHEEL-ROAD-BIKE

TS47 EVO DISC

SCOPRILA NELLO SHOP

 

Meglio quindi il freno a pattino oppure la soluzione disc?

L’apertura dell’UCI al freno a disco e la conseguente reazione dei produttori di ruote ha aperto un dibattito tra gli appassionati: meglio usare un freno a disco o un tradizionale freno a pattino?

Dal punto di vista fisico il concetto non cambia: un corpo va in battuta su di un altro corpo in rotazione. Il contatto tra i due corpi sviluppa un attrito, che rallenta la velocità della ruota. Questo lavoro genera uno sfregamento che porta i due corpi a surriscaldarsi e ad usurarsi.

Nel freno a pattino, essendo proprio quest’ultimo componente in gomma nitrilica o butilica ad andare in battuta sulla pista frenante del cerchio, si possono creare delle situazioni in cui si perde di efficacia in frenata. Ad esempio in caso di pioggia e di pista frenante scivolosa l’attrito creato dal pattino sarà inferiore, esponendoti al rischio di frenata ritardata.Un altro svantaggio di questo sistema è rappresentato dall’usura della pista frenante, particolare che potrebbe costringerti nel tempo a sostituire il cerchio. Anche il surriscaldamento della pista dovuto allo sfregamento potrebbe portare problemi: in alcuni modelli di scarsa qualità infatti ciò potrebbe portare persino allo scoppio della camera d’aria o alla rottura del cerchio.

Nel freno a disco la pista frenante non viene sollecitata, ma il bloccaggio della ruota avviene tramite il mozzo. Questa misura di sicurezza è ampiamente usata nel settore automobilistico e motociclistico, ma anche in discipline ciclistiche come il MTB e il ciclocross, in cui si ha più spesso a che fare con tracciati bagnati e fangosi. Il motivo di tale scelta è l’aumento della precisione della frenata che riduce ampiamente i pericoli sulla strada. Non è tutto: essendo la frenata più potente, occorre applicare meno forza con la mano sulle leve freno, diminuendo così l’affaticamento di quest’ultima. Il sistema frenante a disco è perciò una soluzione moderna ma ampiamente collaudata, che secondo noi prenderà sempre più piede nei prossimi anni anche sul road.

 

ursus-miura-ts47-action

 

In conclusione

Ruote per bici da corsa: freni a disco vs freni a pattino, cosa scegliere?

Insieme abbiamo scoperto come ad oggi la soluzione disc si affacci come la più moderna ed efficace anche in ambito strada. Come produttori siamo convinti che una volta superate le diffidenze derivanti dalla novità, i ciclisti più esigenti in termini di performance si dirigeranno senza indugio verso il freno a disco.

 

VUOI PROLUNGARE LA VITA  DELLE TUE RUOTE?  Impara come con la "guida al check up  delle tue ruote"  Con questa guida potrai   * conoscere in dettaglio i componenti di una ruota per bici da corsa;   * conoscere quali parti della ruota vanno controllate e come farlo;   * imparare a riconoscere i segnali di una ruota da sostituire. SCARICA ORA

ursus-logo

Ultimi articoli

Ciclocross, Ursus domina al Giro d’Italia con il team Selle Italia Guerciotti Elite

A due tappe dalla conclusione della Corsa Rosa di categoria, il team milanese si conferma mattatore sui circuiti nazionali ...

Leggi l'articolo

Giro delle Fiandre, Ursus pronta all’esame dei muri belgi

Cancellata la Parigi - Roubaix, l’attenzione degli appassionati di ciclismo si sposta sulla Ronde van Vla...

Leggi l'articolo

Ultimi post